PORTA VAGNU

by Ivan Segreto

/
1.
02:33
2.
3.
4.
02:24
5.
03:19
6.
02:23
7.
02:43
8.
03:41
9.
04:17
10.
02:07

about

Columbia Sony Italia

credits

released May 20, 2004

tags

license

all rights reserved

about

Ivan Segreto Italy

contact / help

Contact Ivan Segreto

Streaming and
Download help

Shipping and returns

Redeem code

Track Name: Porta Vagnu
Porta Vagnu, la porta di lu munnu,
picciotti a mai finiri hannu chi fari.
Si nna machina passa, si ferma ni lu munnu,
si ioca, scinni scinni rinuledda,
nichi e danni tutti n’tunnu.

Ninu arrobba un muluni, pi fari gran festa,
Lillu adduma na testa di crita ‘nto un puttuni.
Ed ogni tantu, quacchi ciuri mori
Senza aviri fattu dannu si ferma lu cori

E poi… chi ci amu a fari…
Na vota chi semu no ballu am’ a ballari,
Nascemu chiancennu chiancennu,
Beatu cu mori rirennu,
si rici ci voli curaggiu sapennu che è tuttu un passaggiu.

E ninu linnu linnu, pari chi ghittau a lenza
Sta passannu na bagnanti chi si mancia la simenza
Si arricogghi la ghiella, maronna com’è bella
Ninu ci cogghi un ciuri s’aspetta e si pighia carizzi d’amuri.

E passa na carrozza, tri addevi si c’appizzanu ammucciuni,
Luciu canta a vuci pazza, ni la vita voghiu essiri un Liuni.
E Dinu si’ni và, e si’ni va Caddiddu,
lassaru a Porta Vagnu unni eru sapiddu.

E poi… chi ci amu a fari…
Na vota chi semu no ballu am’ a ballari,
Nascemu chiancennu chiancennu,
Beatu cu mori rirennu,
si rici ci voli curaggiu sapennu che è tuttu un passaggiu.

E poi… cu lu po’ diri…
Chi tuttu stu beni di Diu avu a finiri…
Nascemu chiancennu chiancennu,
Beatu cu mori rirennu,
si rici ci voli curaggiu sapennu che è tuttu un passaggiu.
Track Name: Il Mercato del Broncio
Era un giorno nato fortunato,
non avrei potuto sperare di più.
Con passi leggi e veloci,
viaggiavo in direzione delle luci.

Ho notato che la vita ha molta fame,
e devo darle vita perché di questo vive.
Ma siamo noi che conduciamo,
possiamo farle far digiuno.

Vendo un pò di malinconia,
presto, affrettati è sincera…
Compro spensieratezza,
compro quella che vi resta!

Ho una vita che sa avere molta fame,
e devo darle vita perché di questo vive.
Ma siamo noi che conduciamo,
possiamo farle far digiuno.

Vendo un pò di malinconia,
presto, affrettati è sincera…
Compro spensieratezza,
compro quella che si trova… qualunque sia buona!

Cambio con della ilarità,
sento che non faticherò a trovarla.
Svendo irrequietezza,
credo che qui troverò in fretta
quello che un poco mi spetta
troverò in fretta!
Track Name: Il Banchetto dell'Amore
Posato sopra il tavolo della cucina,
c’è il cuore mio che aspetta di essere servito,
c’è tutto dal buon vino all’insalata,
ed io che nel frattempo faccio da intrattenitore,
qui al banchetto dell’amore.

A turno i commensali si aprono il petto,
e servono il cuore crudo come il pesce dei Cinesi,
tendono le mani giunte e aspettano che
un Angelo custode che si veda
si porti via il dolore
qui al banchetto dell’amore.

Rito di chi crede in Santi e Spade,
fuori è pioggia e come è pioggia è neve,
il freddo ha tramortito i corpi di chi
ha voluto banchettare,
è andato via il dolore,
qui al banchetto dell’amore
qui al banchetto dell'amore!
Track Name: Diamante
Svestita è d’ogni cosa,
dei suoi preziosi abiti di seta,
giace oramai spoglia,
con le braccia strette a se.

D’un tratto sei distesa,
sai bene di risplendere di vita,
luce di diamante,
la tua bellezza e seconda solo alla tua dolcezza.

Resterò qui ad osservare i tuoi capelli rame,
finche il sole non andrà a dormire.

Lontana è la tua seta,
e quei colori scuri che da tempo,
ti hanno a me nascosta,
no, non sentirai più freddo.

Resterò qui ad osservare i tuoi capelli rame.

Svestita è d’ogni cosa,
dei suoi preziosi abiti di seta,
giace oramai spoglia,
le sue braccia strette a me,
luce di diamante…
Track Name: Inverosimile
Tempo, chiede altro tempo,
anche se stanco,no non vuol più,
è una aberrante idea,
che questo accada ancora,
che sia ben oltre e ancora…inverosimile.

E’ l’uomo lui,potente quanto avido,
depose i suoi ideali,
accanto ai suoi morti,
e poi le vite amare,irrise.

Ma sarà luce, sarà l’Alba, porterà neve…

Sangue, chiede altro sangue,
urlando sete, in nome di un dio,
dio danaro che acceca i suoi seguaci,
rapendo loro come, un sadico cantore.

E tutto ciò, è stato contemplato già,
la storia ha dato voce, alle oscenità
"pace che il mondo irride ma che rapir non può"

Ma sarà luce, sarà l’Alba, porterà neve…

E sarà luce, sarà l’Alba,
porterà neve e vergogna,
so che non mi stupirai,
che sarai ancora là!

Tempo, chiede altro tempo,
anche se stanco, no non vuol più,
è una aberrante idea, che questo riaccada,
e sia ben oltre e ancora…

Inverosimile… no no no… verosimile…
Track Name: Amour
Adesso sentimi cantare e cerca il suono e le parole,
c’è dentro un alito di vita arricchita al sole.

Dopo le scelte più sbagliate,
sono tornate le mie ossa e l’allegria,
mi piace spesso canticchiare qualche strofa che…
…non sa di grande ma di breve, piccolo… come l’amore.

Che bel pensiero sei la vita nella noia,
sei del mio mondo "il più" che fa da faraone
e sento piccoli pensieri camminare,
e le parole che mi aiutano a capire che…

Diamo lo spazio alle parole,
speriamo servano a qualcosa,
se c’è qualcuno che sta male con la musica…
…non ho il potere di tornare indietro al tempo dell’errore.

Guarda la vita con le splendide giornate,
guardala meglio quando piove o non stai bene,
se c’è qualcosa a cui non dai una spiegazione,
sorridi e poi sorridi questo è un grande gesto d’amore…

E se comprendi l’amore che dà il mondo,
capirai che il tuo amore non può aver padrone,
saprai soffrire della libertà del cuore,
come chi accetta il pianto
perché sa che arriverà un sorriso...
arriverà un sorriso...
Track Name: Luna
Passo, Passo, senza più paure,
tanto il giorno dovrà arrivare,
spegnerò presto le candele,
perché luce si fa già.

Un bel giorno questo giorno,
che promette poesie di te,
un gran giorno questo giorno
che promette poesie.

Di Infinito sa il tuo fiato, è un miracolo il riso.
Donna che curi il cuore mio da mille e più mille ferite.

Ho pensato troppo a te, tanto che è tornata la sera.
Splendida come Luna piena sembra che ti assomigli.

Un gran giorno questo giorno,
che ha concesso poesie di te.
Un bel giorno che conclude con questa Luna che ride.
Track Name: Tre
Voce fioca, gentile nota che cerca di sfuggire all’armonia!
Con la mano, scandisco piano e inesorabilmente il tempo che...

Pulsa insieme ai battiti del cuore mio
e sarà un tre!
Tempo che rimanda tutto all’avvenire
tutto a un altro tre!

Dormirò meno nostalgico di ieri
se sarà un tre!
E sorriderò di fronte ai miei problemi
se sarà un tre!
Scoprirò le vie della tolleranza se
se sarà un tre!
Mi addormenterò accarezzato dalla brezza del mio mare
che è lontano ora!

Come un gabbiano mi sospingeranno venti
vento mio sei un tre!
Come lucciole che donano speranza,
nelle notti buie!
Per far riaffiorare i miei ricordi più felici
Per gli splendidi paesaggi che nel mondo incontrerò
quando incontrerò Te!
Track Name: Puzzle
E’ stato ieri o forse l’altro ieri,
tornavo a casa che il Sole era già in piedi.
La mia piantina lì sul davanzale,
mi supplicava di darle da bere.

Pensavo tanto, no ne trovavo il senso,
volevo ridere, adesso che ci penso.
Io lì seduto che me ne stavo mite,
la mia piantina urlava ho sete.

Uno, due e tre, comincerò da me.
E non sarà di certo facile.
Sto già contando trentadue, ma…
Ci sto lavorando…

Dovuta agli animi irrequieti
Dovuta come il sonno
Dovuta al corpo stanco
Dovuta al cuor

Dovuta a chi ha dovuto
senz’altro anche dovuta a chi…

Dovuta e qui si tace…
Dovuta un pò di pace.

Vivo in un mondo che mi porta lontano,
quello in cui vivo veramente mi è cattivo,
a petto in fuori urlavo io lo cambierò,
urlavo ma ero io per primo che doveo cambiare…

Uno, due e tre, continuerò da me.
No non ho detto che sia facile,
Sto già contando trentadue, ma…
Ci sto lavorando… Ancora un pò.

Dopo un bel poco
ancora un poco e dopo un pò…
Un altro po’…